Chiudi

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Pensiero Unico

Ci pensa Rocco

Rocco Casalino: "Sono stato violento, ma se c'è da lottare io lotto"

In questi giorni leggo in rete molta ironia riguardo l'ex concorrente del Grande Fratello, ora esponente di punta del M5S in Parlamento. Ed anche un po' di rammarico da parte di qualche militante che proprio non manda giù di vederselo come rappresentante.
Io credo si sbagli a sottovalutarne l'apporto, perché se è vero che finché sei ai turni preliminari del torneo te la puoi giocare tranquillamente con una lombardi qualunque, è altrettanto vero che, quando arrivi al final stage, con davanti un super sayan leghista, non puoi prescindere dall'esperienza di un gieffino doc nella gara di scorregge.

 

Scissione neuronale

Berlusconi si arrende: "Sì alla fiducia".

Si, si arrende un par di palle.
Ma fatela finita, non si tratta né di rincoglionimento senile né di chissà quale strategia politica.
I cambi di idea repentini di quest'individuo sono dettati esclusivamente dall'andamento dei suoi processi e/o dei titoli in borsa delle sue aziende. I grafici sarebbero perfettamente sovrapponibili.
Tutto questo non rappresenta più notizia da parecchio, ma stupirsene addirittura è davvero da poveri coglioni.
C'è però un lato comico in tutta la faccenda: le facce dei servi di partito, istruiti fino ad un attimo prima ad abbaiare un no, e costretti un attimo dopo, senza preavviso, a guaire un si. Se non lo trovassi così repellente, lo ringrazierei quasi per il modo in cui vi tratta. Non riuscirei a fare di meglio.

Ora vado, che mi scappa di leggere che puttanata si è inventato Sallusti a riguardo.

Tarantini

Alfano e ministri Pdl, dimissioni irrevocabili.
"Ma con noi non funziona metodo Boffo"
La replica a un editoriale pubblicato dal direttore de Il Giornale. "Non ci facciamo intimidire".

Le iene si studiano per qualche lungo, interminabile, attimo.
Poi estraggono l'arma uno dopo l'altro e si sparano a vicenda.
Dalla porta entra Mr Wolf, che esclama soddisfatto: "Ecco... ora è il momento di cominciare a farci i pompini a vicenda".
Dissolvenza.
Nero.
Titoli di coda.

Lei non sa chi sono io

Uh yeah! Record!
Stamattina risposta al buongiorno appena al quarto incontro! Ed ero ancora in corridoio, eh! Va da sé che non vale per la competizione il collega di scrivania, questo è chiaro.
Eh... quando uno lavora in luoghi di prestigio... solo il meglio!
Mi sa che cambio strategia: domattina entro, passo sotto il metal detector e faccio partire un vaffanculo, così... giusto per vedere l'effetto che fa.
Scommetto che qualcuno si fionda a tenermi la porta.
Di 'sti tempi pare che funzioni così.