Chiudi

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Privacy Policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Pensiero Unico

Ignoranza capitale

Ma dove siete finiti?
Hanno tirato fuori dalle fogne i topi che avete acclamato per anni ed ora vi ci siete rintanati voi?
Guardate che non ci crede nessuno che lo facciate per vergogna, è evidente che state solo aspettando che si calmino le acque, fischiettando nell'ombra.

Siete colpevoli, quanto loro.
Siete responsabili per ogni volta che vi fate usare come cassa di risonanza per le loro campagne di odio, ora sapete strumentali a cosa.
Sempre che l'abbiate capito davvero, ma ne dubito.

Ed anche ammesso che non lo abbiate ancora capito, anche ammesso che torniate fra un mese a rompere il cazzo quotidianamente con le vostre bufale piene di odio stupido ed odiosa stupidità, sappiate che vi considero degli idioti.
Lo so da me, non ve ne frega niente, e probabilmente è giusto così, ci mancherebbe altro. Questo è ancora un Paese libero, giusto? Non dalle merde, certo, da quelle ancora no.

Quindi sappiatelo, ci tenevo solo a dirvi questo.
Non importa che siate sconosciuti contatti in un social, conoscenti, colleghi, parenti o amici (no, amici è impossibile, a quella categoria non potete appartenere), insomma non importa quale sia il nostro grado di relazione sociale, sappiate che vi considero delle merde, anche se non ve lo dico con la giusta frequenza.
Della qual cosa mi dispiaccio un po', anche se, d'altra parte, con le merde sul marciapiede, cosa vuoi fare? Le calpesti? No, le eviti.

Appunto.

Lezioni di storia

Pearl Harbor, Vietnam, Iraq, Twin Towers, Afghanistan, Siria e Yemen. E' tutto un complotto per il deputato M5S.

Ho ascoltato tutto l'intervento del cittadino Bernini, perché quando decido di farmi del male, vado fino in fondo, sempre.
Avrei voglia di sparare a zero su questa sottospecie di subumano, rintronato dalle troppe notti passate su youporn, cercandosi il chip nel cervello.
Ma poi penso a facebook, a twitter, e similari, ed alle quintalate di stronzate sul complottismo mondiale che ogni giorno riversate a piene mani sulle vostre bacheche, come se non bastasse la realtà a farci inorridire.
Perciò non me la prenderò con lui, me la prenderò con voi, che un tipo del genere ve lo meritate tutto, perfetto rappresentante di un pubblico di boccaloni senza cervello, incapaci di comprendere anche concetti elementari, ma sempre pronti a condividere l'ultima catena di sant'antonio di minchiate.
A proposito, sono convinto che, per mancanza di tempo, ma solo per quella, non abbia potuto inserire nel meraviglioso intervento il torneo dell'oratorio rubatogli il weekend scorso da quel sionista del cazzo in giacchetta nera.

Appuntatevi il nome, dovessero mai cambiare la legge elettorale, vi servirà per la preferenza.

Lei non sa chi sono io

Uh yeah! Record!
Stamattina risposta al buongiorno appena al quarto incontro! Ed ero ancora in corridoio, eh! Va da sé che non vale per la competizione il collega di scrivania, questo è chiaro.
Eh... quando uno lavora in luoghi di prestigio... solo il meglio!
Mi sa che cambio strategia: domattina entro, passo sotto il metal detector e faccio partire un vaffanculo, così... giusto per vedere l'effetto che fa.
Scommetto che qualcuno si fionda a tenermi la porta.
Di 'sti tempi pare che funzioni così.

Parla piano

Lombardi: "Il Movimento 5 stelle è praticamente sotto assedio e tu, deputato che fai la spia con i giornalisti, sei una merda, chiunque tu sia.".

Oh, finalmente! Vedi che se parli come magni ti capiscono tutti?
Perché devi capire che mica tutti quelli che ti hanno portato lì si sono informati su di te, su chi sei o cosa pensi. Quelli hanno votato "con la pancia", si dice così, giusto? E se non ti esprimi a 'sto modo, quando lo capiscono che razza di fascistella da borgata, arrogante e ignorante come un sasso tu sia? Bene così quindi, scendi dal piedistallo e dai una mano ai tuoi cittadini elettori.

Detto questo, proprio perché continuo, nonostante tutto, a darvi il beneficio del dubbio, proviamo a ricapitolare per vedere se mi sono perso qualcosa.
- La trasparenza vale solo per gli altri, voi la strombazzate ma non la applicate. Anzi! Se uno è trasparente allora diventa automaticamente uno stronzo (nel senso di merda). Ma non dovevate fare in diretta streaming anche le evacuazioni al cesso?
- I giornalisti sono tutti nemici e con loro non si deve parlare neanche sotto tortura. Ad eccezione di quelli del Fatto, che finché ti leccano il culo so' buoni pure quelli.
- I partiti devono morire, ma ci vogliono almeno 30 anni, quindi non rompete il cazzo con i vostri stupidi problemi quotidiani (tipo sopravvivere) ed aspettate in silenzio, che stiamo lavorando per voi.
- Perché se lavoriamo per voi i soldi ce li pigliamo noi? Perché noi abbiamo gli scontrini. Ah, dici di no? Vabeh sei una spia di merda, che ne vuoi sapere?!
- Il "movimento" non prende soldi dal blog, fatture di Casaleggio alla mano. Dunque mi pare di capire che siete l'unico caso sul pianeta di movimento politico (leggi partito) che finanzia dei privati (Casaleggio & C.) con i proventi del proprio organo politico primario (il blog). E questo non lo dico io: c'è scritto, per quelli tra voi che sanno leggere, nel vostro statuto, nel punto dove viene indicato il blog come "sede" del movimento, tanto da averlo messo anche nel simbolo elettorale. Domandina facile facile: una roba del genere si chiama "interesse privato in cosa pubblica" solo se si parla di Silvio Berlusconi?

Stringendo, a me pare che stiano venendo a galla, e prepotentemente, tutti i dubbi che avevo espresso mesi prima delle politiche. Dubbi che potevano venire a chiunque con un minimo di informazione, un piccolo sacrificio nell'approfondimento.
E invece siamo qui, a questo punto, in balia di due partiti squallidi (PD e PDL) e di un "movimento" di incompetenti, spie e manco figli di maria.

Me' cojoni!

In un libro 300 "tossine grammaticali".
"Piuttosto che", principe degli strafalcioni. Si tratta di una moda proveniente dall'Italia settentrionale.

Complimenti sinceri per il lavoro, soprattutto per la parte sulla morte dei congiuntivi. Prometto di leggere il libro appena me lo regalano per aver sbagliato una consecutio. Accadrà presto tranquilli, i miei 15 euro li avete già in tasca.

Ma non credete sarebbe stato utile indagare in un capitoletto anche l'altro grande misfatto settentrionale? L'uso completamente a cazzo (come diciamo noi accademici), fatto a nord della pianura padana, della meravigliosa espressione "e 'sti cazzi?".
Capisco concentrarsi sul "piuttosto che", sono d'accordo, ma a voi non viene un istinto incontrollabile di dare una vangata sui denti a chi usa quella meravigliosa espressione con l'accezione di "ammazza!", "cavolo!", in sostanza come esclamazione di sorpresa, quando invece l'unico e straordinario significato di cotanta saggezza popolare è molto semplicemente "non potrebbe importarmi di meno dell'argomento"?
Vi dirò, a me si.

Ah, per completezza, esiste ovviamente anche un'espressione per quello che intendete voi, amici nordici. È nel titolo.

Infine chiedo a tutti un minuto di raccoglimento per gli amici toscani, impossibilitati ad usare tale superlativa espressione, causa problemi secolari di pronuncia. Provate voi a dire "e 'sti hazzi" senza sembrare ridicoli.